Pioggia

Ieri è piovuto tutto il giorno. Anche stanotte pioggia. Di mattina apro il balcone, mi affaccio e scopro che il fondo della valle, dove di solito scorre il torrente Foiba, è diventato un enorme lago. Gli alberi sono sommersi, il paesaggio è cambiato. Ma è normale: quando piove succede sempre.

La pioggia invita a scrivere, a starsene rintanati. Le strade di Pisino profumano di camino e legna bruciata. A terra c’è un tappeto giallo e rosso di foglie e solo il grido di qualche uccello interrompe il silenzio.

Allora mi perdo nella scrittura. Lavoro al terzo racconto della trilogia, un progetto che mi accompagna da due anni e che forse adesso si indirizza verso la fine. L’ambientazione della storia è totalmente diversa dalla natura in cui sono immerso qui a Pisino. Il contrasto può aiutare: bisogna affinare un’evocazione, guardare lontano con le parole.

Scrivo anche la storia per ragazzi che ho iniziato qui: questa sì che si svolge dove mi trovo. Cerco di coniugare la poesia del luogo con una vicenda di oggi, contemporanea, d’azione. Mi sto divertendo a inventare la trama.

In una pausa dallo scrivere ascolto Chinawoman, l’ultima passione musicale. Adattissima al clima autunnale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...