Uno scrittore italiano

Stamattina ho visitato il castello di Pisino. E’ il posto in cui è ambientato il bel capitolo del romanzo “Mathias Sandorf” di Jules Verne in cui il protagonista scappa dalla prigione (allora sita dentro al castello), si cala dalla torre e finisce nel torrente Foiba (corso d’acqua che viene inghiottito dalla roccia carsica) da cui riuscirà a riemergere dopo un avventuroso viaggio. Il castello, costruito proprio sopra la voragine naturale, è suggestivo e letterario di per sé. Belli e curati i due musei ospitati all’interno: quello della Città di Pisino e il Museo Etnografico dell’Istria.

Denis Visintin, direttore del museo civico, mi ha fatto notare che sono il primo scrittore di lingua italiana che viene invitato e ospitato nella Casa degli Scrittori. Da quando la Casa è stata inaugurata, nel 2009, sono una cinquantina gli autori che si sono finora alternati in residenza, per la maggior parte croati ma anche dei paesi vicini. “Ma direi che lei è il primo scrittore italiano per Pisino da molto più tempo…” E Visintin cita, come predecessori, alcuni nomi illustri della letteratura di cui non mi sento neanche lontanamente un erede perché sono davvero dei colossi.

Questa storia mi fa sentire certamente la responsabilità della mia presenza qui e insieme mi dà una grande gioia. E io non posso fare a meno di ricollegarla alla scoperta, fatta per caso all’inizio della residenza, della mia bisnonna che era stata insegnante a Pisino cento anni fa.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...