Lo scorrere dell’acqua

Sono abituato al rumore del mare, a quel suono mai costante che in alcuni punti può essere ritmato e quasi invadente, o violento, in altri può scomparire e rimanere come una perenne eco di sottofondo. Il mare ti si avvicina e arretra, si assesta meglio che può, forse è indeciso, tenta un gioco di seduzione con te che stai a riva.

Gli altri corsi d’acqua sono diversi. Un torrente o un fiume attraversano l’angolo in cui sei tu, ti sfiorano di corsa e un attimo dopo c’è il ricambio: altra acqua, qualcosa che prende il posto di qualcos’altro. E’ diverso anche il suono di questo scorrere. A Pisino c’è un torrente, il Foiba, che attraversa la foiba appunto: basta che mi affacci al balconcino della Casa degli Scrittori e posso vederlo. Il torrente poi s’infila e sparisce nella pietra carsica proprio sotto questa casa, molti metri più giù. Ma anche se non mi affaccio al balcone, anche mentre scrivo e leggo alla scrivania con la finestra chiusa, il rumore dell’acqua è sempre presente.

Un rumore costante, di cui ti puoi dimenticare a volte, per un po’. Ma presto o tardi quel suono ti riacchiappa, ritorna alle tue orecchie, ed è sempre uguale, preciso, monotono. Non so dire se sia qualcosa che mi concilia o che mi inquieta. Qui la natura, per il resto, è silenziosa: nessun canto o verso particolare di uccelli, poco vento (per il momento). E il traffico a Pisino non è un problema.

Oggi Gracijela Paulovic, presidente della locale Comunità degli Italiani, mi ha regalato il libro “La foiba di Pisino” di Nerina Feresini: un testo prezioso per scoprire la storia di questo torrente misterioso.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...